Aziende Italiane: il primo portale dove promuovere la tua attività sul Web!

Polizza per categorie professionali tecniche

Dal 15 agosto dello scorso anno è entrato in vigore l’obbligo ad avere un’assicurazione per una serie di categorie professionali tecniche tra le quali è inclusa quella dei geometri. La professione svolta dal geometra comporta eventuali rischi trattandosi di attività piuttosto complesse. Non sono rari, infatti, gli errori che è possibile compiere e gli incidenti che possono generarsi. Per tale motivo è sempre consigliabile, lo è stato anche prima che diventasse obbligatorio, stipulare una polizza assicurativa per i geometri. Il compito di questa è di tutelare il geometra da ipotetiche richieste di danni avanzate dai clienti e permettergli, quindi, di svolgere il proprio lavoro con la tranquillità e la sicurezza necessarie. Nel campo di questa professione ha preso piede da diversi anni la polizza assicurativa offerta dalla Marsh, approvata dal Collegio Nazionale del Geometri. Nello specifico, stiamo parlando della Polizza Responsabilità Civile Professionale e Tutela Legale. Ma, con il Decreto Sviluppo e il conseguente obbligo di polizza assicurativa che ha comportato, molte altre compagnie assicurative si sono adoperate per presentare nuove offerte. Attualmente, quindi, è possibile prendere in considerazione un ampio ventaglio e scegliere l’assicurazione che maggiormente si confà alle proprie esigenze ed alle proprie tasche.

Il gruppo assicurativo Generali, ad esempio, ha proposto una polizza sulla responsabilità civile che copre il geometra non solo durante tutto il periodo in cui lavora ma include nel pacchetto anche una copertura postuma ed una pregressa che garantisce una garanzia valida per i tre anni che precedono e per i tre che seguono la sottoscrizione di essa. La Generali è, per il momento, la più grande compagnia assicurativa esistente in Italia e i servizi da essa offerti sono sempre vantaggiosi per coloro che li scelgono. La polizza copre non solo i danni arrecati a terzi, ma comprende anche la responsabilità civile di collaboratori, praticanti e dipendenti che, normalmente, grava sul geometra.

Una polizza di Responsabilità Civile Professionale va a coprire tutte le richieste di danni che possono essere causate da eventuali errori generatisi durante l’espletamento del proprio lavoro, purché l’attività sia stata legalmente consentita. I danni posso riferirsi ad errori di progettazione, direzione dei lavori, sicurezza ed errata interpretazione dei vincoli urbanistici. L’assicurazione è dunque volta a tenere indenne il geometra delle spese che è tenuto a pagare se considerato responsabile civile secondo la normativa vigente. Sono quindi compresi i danni arrecati a terzi per morte o lesioni più o meno gravi e per i deterioramento delle opere progettate o dirette. Una buona polizza assicurativa comprende, inoltre, la copertura di danni derivanti da interruzione mementanea o sospensione definitiva dei lavori in corso, i danni causati da inquinamento accidentale (quindi contaminazione di acqua o suolo involontarie), da errata interpretazione dei regolamenti locali e mancato rispetto del patrimonio storico. Ovviamente non va a coprire l’assicurato in caso di situazioni generate da fattori esterni, come guerre o terrorismo, in caso di fallimento o di insolvenza, in caso di diffamazione e quando i danni non sono direttamente imputabili all’attività svolta.