Aziende Italiane: il primo portale dove promuovere la tua attività sul Web!

Antifurti per la casa: ecco come scegliere quello giusto!

Esistono tantissimi metodi per mettere in sicurezza la propria casa, a partire dalle differenti tipologie di antifurti per la casa ai sistemi di apertura e chiusura delle porte e delle finestre. Negli ultimi anni, la richiesta di mettere in sicurezza la propria casa con un impianto d’allarme e d’antifurto adeguato è decisamente salita in tutte le più grandi città d’Italia.

Se stai cercando un antifurto adeguato in grado di fornire affidabilità e sicurezza per la tua casa, questa miniguida potrebbe fare il caso tuo!

 Sistemi attivi, passivi e valutazioni prima dell’acquisto

Sono molti i sistemi antifurto che permettono di tenere fuori dalla propria casa i ladri, ne esistono di differenti tipologie che variano principalmente da quanto sono “tecnologici” e successivamente dal costo. Per proteggere al meglio la propria casa, bisogna prima di tutto tenere presente degli spazi sia interne che esterni e successivamente scegliere la soluzione che fa il caso nostro. I sistemi di antifurto per la casa si possono distinguere principalmente in due: sistemi attivi, in grado di comunicare usufruendo della tecnologia, e sistemi passivi, ossia sistemi privi di tecnologia ma che rendono la vita decisamente più complicata ai malintenzionati, come porte e finestre blindate, inferiate ecc.

Insomma, per proteggere la propria casa bisogna avvalersi di un efficace sistema di antifurto, chiamato anche impianto d’allarme. Un ottimo antifurto che garantisce sicurezza è ovviamente dato dalla qualità dei prodotti che vengono utilizzati a seconda dell’esigenza e degli spazi da tenere sottocontrollo all’intera struttura. Prima di scegliere un impianto d’allarme bisogna valutare attentamente gli eventuali punti d’accesso meno controllati che potrebbero essere manomessi dai ladri, bisogna conoscere le tipologie di allarmi e trovare quello che fà veramente il caso nostro.

 

Tra i vari impianti di allarme troviamo:

  • Impianto elettrico: è un impianto che necessita di una vasta (a seconda dei casi) rete di vaci elettrici, con il vantaggio che, tagliando i fili, l’allarme scattarebbe immediatamente. I costi per questa tipologia variano a seconda dei cavi e delle eventuali opere murarie da applicarvi.
  • Onde radio: questa tipologia di impianti si presenta senza fili, alimentato principalmente da batterie a lunghissima durata. Il vantaggio è la facile installazione, vista l’assenza di cavi, lo svantaggio sono le possibili interferenze radio.
  • Impianto misto: è una tipologia composta da componenti che funzionano a onde radio e una parte composta da cavi, spesso necessari ad alimentare la centralina e il sistema degli allarmi.